SARDEGNA SERVIZI PER L INNOVAZIONE DELLE MPMI DEL SETTORE TURISTICOSARDEGNA; a partire dal 28 marzo 2018 è possibile presentare domanda per partecipare all'edizione 2018 dei bando: "Servizi per l'innovazione nelle MPMI del settore turistico".
SARDEGNA RICERCHE: cofinanzia le attività di innovazione delle micro, piccole e medie imprese con sede in Sardegna.
FINALITA': Aiuti per l’acquisizione di servizi di innovazione e di supporto all’innovazione per le MPMI regionali del settore turistico e culturale.
BENEFICIARI: piccole e medie imprese
SPESE AMMISSIBILI: le spese ammissibili riguardano i servizi di innovazione e di sostegno all'innovazione, individuati nel “Catalogo dei servizi per le imprese della Sardegna”, ai sensi degli artt. 18, 19 e 28 del Reg. (UE) n. 651/2014.
CONTRIBUTO:Intensità dell’aiuto fino al 70% per i servizi previsti dall’art. 28 del Reg. (UE) n. 651/2014, i servizi previsti dagli artt. 18 e 19 del Reg. (UE) n. 651/2014 intensità dell’aiuto fino al 50%
MASSIMALE: le imprese interessate dovranno presentare un piano d'innovazione del valore massimo di 150.000 euro.
DOMANDE potranno essere presentate attraverso la piattaforma regionale SIPES a partire dalle ore 11:00 del 28 marzo 2018. La procedura di selezione delle domande è di tipo valutativo a sportello.

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

SERVIZI PER L’INNOVAZIONE NELLE MPMI DEL SETTORE TURISTICO
Campania Contributi

Chiedi Informazioni
Chiedi Appuntamento a Cagliari
Chiedi Appuntamento a Sassari
Chiedi appuntamento a Olbia
Chiedi appuntamento a Nuoro
Chiedi appuntamento a Oristano
Chiedi Appuntamento in altre città

 

 

SERVIZI PER L’INNOVAZIONE NELLE MPMI DEL SETTORE TURISTICO

Programmazione unitaria 2014-2020
POR FESR Sardegna 2014 – 2020 Asse 1 Azione 1.1.3
Strategia 2 “Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese”
Programma di intervento 3 “Competitività delle imprese”

FINALITA'

favorire l’innovazione del sistema delle micro, piccole, medie imprese (MPMI) operanti nel settore turistico e culturale attraverso il sostegno alla realizzazione di un Piano di innovazione per l’acquisizione di servizi destinati all’introduzione di strumenti ICT e servizi di supporto all’innovazione organizzativa e di mercato.

BENEFICIARI

Possono beneficiare degli aiuti le imprese attive (Micro Piccole e Medie imprese), di seguito denominate MPMI, così come definite dall’Allegato I al Reg. (UE) n. 651/2014 con almeno 2 esercizi finanziari che intendano realizzare un Piano di innovazione nel territorio regionale

ATTIVITA' AMMESSE

Sono ammesse le imprese le cui attività rientrano in uno dei seguenti settori di attività economica di cui alla classificazione ISTAT ATECO 2007:

  • Sezione I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione,
  • limitatamente alla Divisione 55 - Alloggio
    ed alle sole sottocategorie:
    55.10.00 Alberghi,
    55.20.10 Villaggi turistici,
    55.30.00 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte;
    55.20.20 Ostelli della gioventù.
  • Sezione N – Noleggio, Agenzie di Viaggio, Servizi di supporto alle imprese,
    limitatamente alla Divisione 79 – Attività dei servizi delle Agenzie di Viaggio, dei Tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse
    ed alle sole sottocategorie;
    79.12.00 Attività dei tour operator;
    79.90.19 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio n.c.a;
    79.90.20 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici.
  • Sezione R – Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento,
    limitatamente alla Divisione 91 – Attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali
    ed alle sole sottocategorie:
    91.02.00 Attività di musei;
    91.03.00 Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili;
    91.04.00 Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali;
    93.21.00 Parchi di divertimento e Parchi tematici;
    93.29.20 Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali.

REQUISITI

  • Le imprese di cui ai codici ATECO 2007 Sezione I, devono avere un numero di posti letto pari a 50 e che possono essere ricondotti alla metà nel caso in cui la struttura rimanga aperta tutto l’anno.
    Tali dati devono risultare dalla comunicazione inviata al SUAP del comune di ubicazione della struttura.
  • Le imprese di cui ai codici ATECO 2007 Sezione N devono svolgere attività, prevalentemente rivolta alla gestione degli arrivi in Sardegna (attività di incoming) e dimostrare che il fatturato generato da tale attività sia pari ad almeno il 70% del fatturato complessivo.

Le imprese proponenti alla data di presentazione della domanda, devono possedere i seguenti requisiti formali:

  • a) essere regolarmente costituite, iscritte e risultare attive nel registro delle imprese, nei casi previsti dalla legge ovvero in albi, collegi, registri ed elenchi pubblici tenuti da altri enti e/o soggetti della pubblica amministrazione;
  • b) essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  • c) non essere considerata impresa in difficoltà, ai sensi dell’art. 2, punto 18 del Reg. (UE) n. 651/2014;
  • d) non essere incorse nelle sanzioni interdittive di cui all’art. 9, comma 2 lett. d) del Decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e ss.mm.ii. ovvero l’esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e l’eventuale revoca di quelli già concessi;
  • e) operare nel rispetto delle vigenti norme edilizie ed urbanistiche, del lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
  • f) essere in regola ai fini del rilascio del documento unico di regolarità contributiva (DURC);
  • g) non aver avviato gli interventi previsti dal Piano prima della data di presentazione della domanda di accesso al bando;
  • h) non essere beneficiarie, per la stessa iniziativa di altri contributi pubblici per le spese oggetto dell’agevolazione;
  • i) impegnarsi ai fini dell'emanazione del provvedimento di concessione definitiva, di non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea al momento del pagamento dell'aiuto;
  • j) attivare un conto corrente dedicato, o utilizzare un conto corrente destinato a gestire le transazioni (pagamenti) oggetto del Piano, anche in via non esclusiva.

INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI

Il bando cofinanzia la realizzazione di un Piano di innovazione che deve essere coerente rispetto alla Smart Specialization Strategy regionale e rientrare nell’ambito delle aree di specializzazione in essa individuate.

PIANO DI INNOVAZIONE

Il Piano di innovazione consente l’implementazione di un sistema di strumenti gestionali informatici operanti in maniera integrata, automatica e sincronizzata per la gestione dei principali processi e attività aziendali e, a complemento, servizi consulenziali a supporto all’innovazione organizzativa e di mercato.

SERVIZI ATTIVABILI

I servizi attivabili all’interno del Piano di innovazione, individuati nel “Catalogo dei servizi per le imprese della Sardegna”, sono i seguenti:

  • servizi di sostegno all’innovazione destinati all’introduzione di strumenti ICT: codice B.6;
  • servizi di consulenza destinati ad introdurre innovazione organizzativa: codice B.1; B.2; B.4; B.8 (limitatamente al responsabile della comunicazione)
  • servizi di consulenza destinati ad introdurre innovazione di mercato: codice C.1; C.2; C.3; C.4; C.5; C.6; C.7

L’elencazione dei servizi non è esaustiva e l’accettazione di eventuali servizi non inclusi è valutata da Sardegna Ricerche, in relazione alle caratteristiche dell’azienda proponente e all’intervento innovativo proposto.

I Piani di innovazione, data la natura e la fonte finanziaria degli interventi, devono produrre risultati a vantaggio delle imprese che svolgono l’attività in Sardegna almeno un anno.

Per le imprese di cui ai codici ATECO 2007 Sezione I si intende convenzionalmente “attiva”, la struttura che nell’anno solare precedente la data di presentazione della domanda, risulti aperta e con presenza di clienti.

VALORE DEL PIANO DI INNOVAZIONE

Il Piano di innovazione oggetto di aiuto può avere un valore fino euro 150.000.

Le spese dovranno essere funzionali agli obiettivi del Piano di innovazione e il costo dei singoli servizi coerente alle caratteristiche e dimensioni aziendali.

DURATA MASSIMA

La durata massima del piano di innovazione è pari a 24 mesi salvo eventuali proroghe concesse

Si evidenzia che la data di inizio del piano deve essere successiva alla data di presentazione della domanda di accesso.

REQUISITI DEL PIANO DI INNOVAZIONE

I Piani di innovazione devono necessariamente prevedere l’implementazione di strumenti ICT; le imprese che hanno già implementato, strumenti gestionali informatici operanti in maniera integrata, automatica e sincronizzata per la gestione dei principali processi e attività aziendali possono presentare un Piano di innovazione contenente solo i servizi a supporto dell’innovazione organizzativa e di mercato.

SERVIZI AMMISSIBILI

I servizi per essere ammissibili, non devono essere continuativi o periodici, né essere connessi alle normali spese di funzionamento dell'impresa, come spese di pubblicità, spese per ordinarie prestazioni rese da studi legali, spese per la consulenza fiscale ordinaria, spese per l’assistenza contabile o di altro tipo collegata agli adempimenti previsti dalla vigente normativa civilistica, fiscale, ambientale, sanitaria, ecc.8.

SPESE ESCLUSE

Sono escluse le spese relative a:

  • formazione del personale;
  • imposte, tasse, interessi passivi, spese notarili ed oneri accessori ad esclusione dei costi relativi all’ottenimento dei titoli di proprietà intellettuale;
  • servizi realizzati mediante commesse interne o oggetto di auto-fatturazione;
  • servizi erogati, effettuati e fatturati all'impresa beneficiaria dal legale rappresentante, dai soci dell'impresa e dal coniuge o parenti entro il terzo grado dei soggetti richiamati e da qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari o effettuate e fatturate all'impresa beneficiaria da società con rapporti di controllo o collegamento così come definito ai sensi dell'art. 2359 del C.C. ovvero dai loro soci;
  • servizi per i quali si è già usufruito di altra agevolazione pubblica.

I servizi relativi all'attività di promozione dell’azienda potranno riguardare esclusivamente la fase di consulenza concernente lo studio e progettazione dell’intervento. In nessun caso verranno ammessi costi che riguardino la realizzazione fisica dei materiali promozionali progettati o l’acquisto degli spazi, mezzi o passaggi pubblicitari programmati.

  • Relativamente alle consulenze in materia di ICT sono escluse le spese relative ad assistenza e manutenzione ordinaria, abbonamento, allacciamento, ivi inclusi canoni annui di hosting del server presso un provider o canoni di registrazione in motori di ricerca.

FORNITORI DEI SERVIZI

L’impresa sceglie liberamente il fornitore dei servizi che intende utilizzare per la realizzazione del Piano di innovazione.

  • Al fine di assicurare la qualità del servizio, il fornitore deve dimostrare di avere esperienza nell’attività erogata autocertificando, previa acquisizione di autorizzazione al trattamento dei dati personali, il nominativo dei clienti acquisiti e la descrizione dell'attività svolta per gli stessi, che deve essere dello stesso tipo e/o similare a quella richiesta dal soggetto proponente.

CONTRIBUTO

L’agevolazione è concessa sotto forma di sovvenzione e l’ammontare dell’aiuto, non può superare le intensità previste dal Reg. (UE) n. 651/2014 ovvero:

  • 70% dei costi ammissibili per i servizi di cui all’art 28 del Reg. (UE) n. 651/2014, destinati all’introduzione di strumenti ICT come definiti nel servizio B.6, a condizione che l’importo totale degli aiuti per tali servizi non superi i 200.000 Euro per il Beneficiario su un periodo di tre anni;
  • 50% per i costi ammissibili per i servizi di cui all’art.18 (aiuti per servizi di consulenza) e art. 19 (aiuti per partecipazione a fiere) del Reg. (UE) n. 651/2014.

REGIME DI AIUTO

Gli aiuti sono concessi ai sensi del Regolamento (UE) N. 651/2014

DOMANDE

Presentazione delle domande: dalle ore 11:00 del 28/03/2018.

La procedura di selezione delle domande è di tipo valutativo a sportello.

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

 

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Campania Contributi


LIQUIDITà 800


RESTO AL SUD INVITALIA MISE SLIDER 800


 

 

 

 

 

 


TI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN ALTRA REGIONE?

VISITA IL SITO DI ITALIA CONTRIBUTI

ITALIA CONTRIBUTI

 VISITA ANCHE I NOSTRI SITI REGIONALI

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it



Campania Contributi

 

 

 

 

 

(TM) SARDEGNA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

 


Logo Italia Contributi

(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

 

 

 

 

PULSANTE.CHIEDI.INFORMAZIONIPULSANTE.CHIEDI.APPUNTAMENTO 2

 

 
 

CHIEDI INFORMAZIONI

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

VUOI VENDERE L'AZIENDA?

VENDERE LAZIENDA 250

CHIEDI.APPUNTAMENTO

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

LAVORAS

sardegna lavoras contributi per assunzioni

NUOVA SABATINI TER 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017 2018

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

contributi alle cooperative 2018

sardegna contributi cooperative 2018

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

PRESTITO PER SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

NO PROFIT IMPRESE SOCIALI, ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

INVITALIA SMART & START

Finanziamenti a Tasso Zero
fino a 1.500.000
IN ARRIVO

SMART.E.START.250

Chiedi informazioni

 

INVITALIA NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

NUOVI CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

SARDEGNA PSR TUTTI I BANDI APERTI

SARDEGNA SOSTEGNO PSR TUTTI I BANDI APERTI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

CONTRATTI DI INVESTIMENTO T4

SARDEGNA PROGETTI DI SVILUPPO CONTRATTI DI INVESTIMENTO T 4

SARDEGNA MUTUO PRIMA CASA

SARDEGNA PRIMA CASA

NUOVO PIANO PER LE IMPRESE

SARDEGNA NUOVO PIANO PER LE IMPRESE

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

INVITALIA SELFIEMPLOYMENT

selfiempliement.Giovani.fino.29.anni

PIÙ TURISMO PIÙ LAVORO

sardegna più turismo più lavoro 2017

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SU CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI?

ABBONAMENTO XABBONATI

Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

INCENTIVO OCCUPAZIONE SUD

incentivo occupazione sud

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Sviluppo Cooperative

sviluppo cooperative in Sardegna

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

RICERCA E SVILUPPO

sardegna ricerca e sviluppo

Cooperative Sociali

Sardegna cooperative sociali di tipo b

CREDITO DI IMPOSTA 45%

credito di imposta sud 45

 

Iscriviti alla Newsletter gratuita

BIOMED

SARDEGNA BIOMED

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

PIANO SULCIS

Iper e Super Ammortamento

IPER E SUPER AMMORTAMENTO

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

VOUCHER STARTUP

VAUCHER STARTUP.250 2

SERVIZI PER L'INNOVAZIONE

SARDEGNA.RICERCHE Servizi per lInnovazione nelle MPMI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

Iscriviti alla Newsletter gratuita

Iscriviti alla Newsletter gratuita

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONII

RICHIEDI INFORMAZIONI

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

CERCA

SUPERAMMORTAMENTO 140%

super.ammortamento.140 2016

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOBANI IN AGRICOLTURA

NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI

finanziamenti a tasso zero

fino a 1.500.000

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA.250

Chiedi informazioni

 

Ismea: Subentro e Ampliamento in Agricoltura

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

 

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

Chiedi informazioni

 

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

BDM Finanziamenti Agevolati con garanzia MCC

CONCORSI E PREMI

concorsi.e.preni.italia

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

ALTRE REGIONI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER LE ALTRE REGIONI?

logo italia contributi

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI

 

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI

Promozione nei Mercati Esteri

SARDEGNA.POR.PROMOZIONE.MERCATI.ESTERI.2

SARDEGNA.POR.PROMOZIONE.MERCATI.ESTERI.250

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Iscriviti alla Newsletter

CERCA

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI