SARDEGNA.PSR.MISURA.111 112Aiuti agli agricoltori per agricoltura biologica. La Regione Sardegna ha disposto l'apertura dei termini per la presentazione delle domande di sostegno/pagamento per l’annualità 2016 per la Misura 11 Agricoltura biologica: sottomisure 11.1 e 11.2. La Misura Agricoltura biologica ha la finalità di supportare gli agricoltori che producono secondo il metodo di produzione biologica, attraverso l’adesione ad una delle specifiche sottomisure:11.1 Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica;- 11.2 Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica.
La Misura 11 si applica all’intero territorio della Regione Sardegna.
Beneficiari: possono accedere al sostegno gli agricoltori singoli o associati che possiedono il requisito di agricoltore in attività.

Il sostegno è concesso sotto forma di pagamento annuale per ettaro di superficie agricola ammissibile.

Le domande devono essere presentate in via telematica entro il 16 maggio 2016.>

Chiedi Informazioni Chiedi Appuntamento

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Reg. (UE) N. 1305/2013

MISURA 11 – AGRICOLTURA BIOLOGICA

Logo

Richiedi un appuntamento a Cagliari

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

  • SOTTOMISURA 11.1 Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica
  • SOTTOMISURA 11.2 Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica

 

FINALITÀ DELLA MISURA

La Misura 11 Agricoltura biologica ha la finalità di supportare gli agricoltori che producono secondo il metodo di produzione biologica, attraverso l’adesione ad una delle specifiche sottomisure:

  • 11.1 Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica;
  • 11.2 Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica.


Gli impegni previsti dalla misura contribuiscono con i suoi molteplici effetti, alle seguenti priorità e focus area dello sviluppo rurale:

  • - Priorità 4 “Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura”, con riferimento diretto alla focus area 4B) Migliorare la gestione delle risorse idriche, compresa la gestione dei fertilizzanti e dei pesticidi, alla focus area 4A) Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità, compreso nelle zone Natura 2000 e nelle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici, nell'agricoltura ad alto valore naturalistico, nonché dell'assetto paesaggistico dell'Europa e alla focus area 4C) Prevenzione dell'erosione dei suoli e migliore gestione degli stessi.
  • - Priorità 5 “Incentivare l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale e alla focus area 5E) promuovere la conservazione e il sequestro di carbonio nel settore agricolo e forestale.
    La misura concorre al raggiungimento dei seguenti obiettivi trasversali del FEARS:
  • - Ambiente: il metodo di produzione biologica affronta la gestione delle attività agricole in modo globale, dal punto di vista dell’uso delle risorse naturali e produce effetti favorevoli alla biodiversità, all’acqua, al suolo e alla conservazione del paesaggio.
  • - Cambiamenti climatici: il metodo di produzione biologica contribuisce al miglioramento e alla conservazione della struttura del suolo con effetti positivi sulla capacità di accumulo del carbonio atmosferico e sulla resilienza ai cambiamenti climatici. La riduzione dell'uso dei fertilizzanti contribuisce alla mitigazione dei cambiamenti climatici, diminuendo le emissioni di gas serra dell'agricoltura.

CAMPO DI APPLICAZIONE


Le disposizioni si applicano alle domande di sostegno/pagamento presentate per l’annualità 2016 per la Misura 11, a valere su una delle seguenti sottomisure:

  • 11.1 - Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica;
  • 11.2 - Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica.


LOCALIZZAZIONE

La Misura 11 si applica all’intero territorio della Regione Sardegna.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il fabbisogno finanziario necessario per il pagamento di tutte le domande di sostegno/pagamento ammissibili della misura 11 - annualità 2016, sottomisure 11.1 e 11.2, è assicurato dalla dotazione finanziaria assegnata alla Misura 11 del PSR 2014/2020, pari a di 78.250.000 euro.


SOTTOMISURA 11.1

- PAGAMENTO AL FINE DI ADOTTARE PRATICHE E METODI DI PRODUZIONE BIOLOGICA

Il tipo di intervento della sottomisura sostiene la conversione dal metodo di coltivazione e allevamento convenzionale al metodo di coltivazione e allevamento biologici, mediante la compensazione dei maggiori costi e dei mancati guadagni derivanti dall’adesione al metodo di produzione biologica, ai sensi del Regolamento (CE) n. 834/2007 e del Regolamento (CE) n. 889/2008 e successive modifiche e integrazioni.

 

BENEFICIARI

Possono accedere al sostegno gli agricoltori singoli o associati che possiedono il requisito di agricoltore in attività.


Condizioni di ammissibilità

Per accedere all’aiuto i richiedenti devono soddisfare le seguenti condizioni di ammissibilità:

  • Criteri di ammissibilità del beneficiario: essere agricoltore in attività ai sensi dell’articolo 9 del Regolamento (UE) n. 1307/2013 (come recepito a livello nazionale con il D.M. n. 6513 del 18 novembre 2014 e s.m.i.);
  • Criteri di ammissibilità della domanda: aver presentato notifica di prima adesione al metodo di produzione biologica dell’azienda sul Sistema Informativo del Biologico (SIB) nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2015 e il 15 maggio 2016.
  • Criteri di ammissibilità delle superfici e degli animali:
    1. le superfici agricole richieste e ammesse a premio devono essere localizzate nel territorio della regione Sardegna;
    2. le superfici agricole e gli allevamenti richiesti e ammessi a premio devono essere notificati come biologici.
    Possono essere notificati in convenzionale soltanto gli allevamenti di equidi e le relative superfici, ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento (CE) n. 834/2008 e dell’articolo 17 del Regolamento (CE) n. 889/2009. Tali allevamenti e superfici non sono ammissibili al premio.
    3. le colture richieste e ammesse a premio devono appartenere ai seguenti raggruppamenti colturali:

RAGGRUPPAMENTI COLTURALI

Cereali autunno vernini e leguminose da granella
Mais e sorgo
Erbai e prati avvicendati , esclusi i prati-pascolo avvicendati
Ortive in pieno campo
Ortive protette
Pesco
Agrumi e altri fruttiferi, escluso pesco e frutta a guscio
Mandorlo
Olivo
Vite per uva da vino
Piante aromatiche e officinali, canapa e oleaginose
Pascoli, prati permanenti e prati pascolo avvicendati

Le superfici foraggere avvicendate e non, appartenenti ai raggruppamenti colturali individuati come Superficie Foraggera Aziendale (SFA) sono ammesse anche al premio aggiuntivo, a condizione che il carico di bestiame biologico aziendale su tali superfici sia almeno di 0,2 UBA/ha per tutto l’anno di impegno:

RAGGRUPPAMENTI COLTURE FORAGGERE (SFA)

Cereali autunno vernini e leguminose da granella
Mais e sorgo
Erbai e prati avvicendati , esclusi i prati-pascolo avvicendati
Pascoli, prati permanenti e prati pascolo avvicendati

  • Le colture ammissibili per ogni raggruppamento colturale sono definiti nell’Allegato 2 “Matrice prodotti-interventi”.
  • Il calcolo delle UBA è effettuato sulla base degli indici di conversione delle categorie di animali, allevati secondo il metodo biologico, riportati nella seguente tabella:

CATEGORIE DI ANIMALI -  INDICE DI CONVERSIONE IN UBA

Tori, vacche e altri bovidi di oltre due anni   -   1,0
Bovidi da sei mesi a due anni   -   0,6
Bovidi di meno di sei mesi   -   0,4
Ovini di età superiore a 12 mesi   -   0,15
Caprini di età superiore a 12 mesi   -   0,15
Scrofe riproduttrici di oltre 50 Kg   -   0,5
Altri suini di età superiore a 70 gg   -   0,3
Equidi di oltre 6 mesi   -   1,0

  • Concorrono al calcolo delle UBA solamente gli animali degli allevamenti di bovidi, ovini, caprini, suini e equidi, notificati e allevati secondo il metodo biologico e riscontrati nella Banca Dati Nazionale dell’Anagrafe Zootecnica (BDN).


IMPEGNI DI SOTTO MISURA

I BENEFICIARI CHE ADERISCONO ALLA SOTTOMISURA 11.1 ASSUMONO I SEGUENTI IMPEGNI:

  • convertire per la prima volta tutte le superfici agricole e gli allevamenti aziendali dal metodo di produzione convenzionale al metodo di produzione biologica;
  • condurre tutta l’azienda (colture e allevamenti) conformemente al Regolamento (CE) n. 834/2007 e al Regolamento (CE) n. 889/2008, per tutto il periodo di impegno;
    Soltanto gli allevamenti di equidi e le relative superfici possono essere notificati e condotti in convenzionale, ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento (CE) n. 834/2008 e dell’articolo 17 del Regolamento (CE) n. 889/2009. Tali allevamenti e superfici non sono ammissibili al premio;
  • assoggettarsi per tutto il periodo d’impegno al regime di controllo e certificazione dell’agricoltura biologica secondo quanto stabilito dal regolamento (CE) n. 834/2007, dal Regolamento (CE) n. 889/2008, dalla relativa normativa nazionale di riferimento e dalla disciplina regionale, dimostrata dal documento giustificativo rilasciato dall’Organismo di Controllo (OdC), ai sensi dell’articolo 29, paragrafo 1 del Reg. (CE) n. 834/2007.


Gli ambiti degli impegni, disciplinati dal Regolamento (CE) n. 834/2007 e del Reg. (CE) n. 889/2008 e dalle relative norme applicative nazionali e regionali, sono di seguito sinteticamente elencati :

1. Sementi e materiale di propagazione (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
2. Avvicendamento colturale (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
3. Fertilizzazione (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
4. Norme Produzione animale (Capo 2 del Reg. (CE) n. 889/2008)
5. Salute animale (sezione 4 del Reg. (CE) n. 889/2008)
6. Lotta contro i parassiti, le malattie e le erbe infestanti (art. 12 Reg. (CE) 834/2007 e art. 5 Reg. (CE) 889/2008)
7. Tenuta dei documenti contabili (art. 66 del Reg. (CE) n. 889/2008)
8. Tenuta del Registro delle produzioni vegetali (art. 72 del Reg. (CE) n. 889/2008)
9. Tenuta del Registro di stalla (art. 76 del Reg. (CE) n. 889/2008)
10. Adesione al sistema di controllo tramite SIB (obblighi amministrativi - art. 28 del Reg. (CE) n. 834/2007; articolo 9.2 DM 18354 del 27.11.2009; DM 11955 del 30.07.2010; DM 2049 del 1 febbraio 2012 e s.m.i.):

1. Notifica di inizio attività al metodo biologico
2. Notifica di variazione di attività biologica nel caso in cui si verificano le seguenti condizioni:
- aumento o diminuzione del numero di attività;
- aumento o diminuzione di superficie condotta;
- aumento o diminuzione UP zootecnia;
- cambio dell’ODC di riferimento.


Periodo di impegno

Ai sensi dell’articolo 29 del Regolamento (UE) n. 1305/2013, la durata del periodo di impegno è stabilita in cinque anni di adesione alla misura 11, di cui i primi 3 di adesione alla sottomisura 11.1 e i due anni successivi di adesione obbligatoria alla sottomisura 11.2.

  • Il periodo di impegno relativo alla domanda di sostegno 2016 per la sottomisura 11.1 ha inizio il 15 maggio 2016 e termina il 14 maggio 2019.
  • Dal 15 maggio 2019 al 14 maggio 2021 il beneficiario ha l’obbligo di aderire alla sottomisura 11.2.


TIPO DI SOSTEGNO E IMPORTI DEI PREMI

IL SOSTEGNO È CONCESSO SOTTO FORMA DI PAGAMENTO ANNUALE PER ETTARO DI SUPERFICIE AGRICOLA AMMISSIBILE.

Gli importi del premio distinti per raggruppamento colturale e per dimensione dell’azienda, comprensivi dei costi di transazione, sono riportati nella tabella seguente:

sardegna.1
sardegna.2

Per le aziende con allevamenti, al sostegno per ettaro di Superficie Foraggera Aziendale (SFA) è sommato un premio aggiuntivo, variabile in funzione del carico di bestiame allevato secondo il metodo biologico sulla SFA, compreso tra 0,2 e 1,4 UBA/ha.

  • Per il calcolo del premio aggiuntivo, è preso in considerazione il minor valore tra la consistenza zootecnica dichiarata nella domanda e quella riscontrata nei controlli (amministrativi e in loco) relativi all’anno di impegno.
  • Se il carico è inferiore a 0,2 UBA/ha, la superficie non è ammissibile al premio aggiuntivo, ma solo al premio base a superficie; se il carico supera il valore di 1,4 UBA/ha, il premio aggiuntivo è abbattuto a tale massimale.
  • L’importo del premio totale è ottenuto sommando al premio base il premio aggiuntivo; a questo importo sono aggiunti i costi di transazione, abbattuti al massimale del 20% del premio complessivo per raggruppamento colturale SFA.
  • Il premio aggiuntivo è ottenuto moltiplicando il premio per 1 UBA, pari a 76 euro per il valore del rapporto UBA/ha di SFA (carico di bestiame), mentre i costi di transazione determinati per la misura 11 sono pari a 60 euro/ha/anno per i primi 10 ha e 24 euro/ha/anno per superfici maggiori di 10 ha.

 

Gli importi totali dei premi per le superfici SFA (premio base coltura più premio aggiuntivo più costi di transazione), variabili in funzione del carico di bestiame dal valore minimo di 0,2 al valore massimo di 1,4 UBA/ha, distinti per raggruppamento colturale e per dimensione dell’azienda, sono riportati nella tabella seguente:

sardegna.3

 

SOTTOMISURA 11.2

– PAGAMENTO AL FINE DI MANTENERE PRATICHE E METODI DI PRODUZIONE BIOLOGICA

 

Descrizione del tipo di intervento

Il tipo di intervento della sottomisura sostiene il mantenimento del metodo di coltivazione e allevamenti biologici, nelle aziende che hanno aderito in passato al metodo di produzione biologica, mediante la compensazione dei maggiori costi e dei mancati guadagni derivanti dall’applicazione del metodo di produzione biologica, ai sensi del Regolamento (CE) n. 834/2007 e del Regolamento (CE) n. 889/2008.

  • Gli impegni previsti dalla sottomisura vanno al di là dei pertinenti requisiti obbligatori stabiliti a norma del titolo VI, capo I, del Regolamento (UE) n. 1306/2013, dei pertinenti criteri e attività minime stabiliti a norma dell'articolo 4, paragrafo 1, lettera c), punti ii) e iii), del Regolamento (UE) n.1307/2013, dei requisiti minimi relativi all'uso di fertilizzanti e prodotti fitosanitari, nonché degli altri pertinenti requisiti obbligatori stabiliti dalla normativa nazionale, delle pratiche ordinarie agricole e zootecniche.


BENEFICIARI

Possono accedere al sostegno gli agricoltori singoli o associati che possiedono il requisito di agricoltore in attività.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

Per accedere all’aiuto i richiedenti devono soddisfare le seguenti condizioni di ammissibilità:

  • Criteri di ammissibilità del beneficiario: essere agricoltore in attività ai sensi dell’articolo 9 del Regolamento (UE) n. 1307/2013 (come recepito a livello nazionale con il D.M. n. 6513 del 18 novembre 2014 e s.m.i.).
  • Criteri di ammissibilità della domanda: avere presentato prima notifica antecedentemente al 1 gennaio 2015 ed essere iscritto nell’Elenco degli operatori biologici al 15 maggio 2016.
  • Criteri di ammissibilità delle superfici e degli animali:

1. le superfici agricole richieste e ammesse a premio devono essere localizzate nel territorio della regione Sardegna;
2. le colture richieste e ammesse a premio devono appartenere ai seguenti raggruppamenti colturali:

RAGGRUPPAMENTI COLTURALI

Cereali autunno vernini e leguminose da granella
Mais e sorgo
Erbai e prati avvicendati , esclusi i prati-pascolo avvicendati
Ortive in pieno campo
Ortive protette
Pesco
Agrumi e altri fruttiferi, escluso pesco e frutta a guscio
Mandorlo
Olivo
Vite per uva da vino
Piante aromatiche e officinali, canapa e oleaginose
Pascoli, prati permanenti e prati pascolo avvicendati

 

LE SUPERFICI AGRICOLE E GLI ALLEVAMENTI AMMESSI A PREMIO DEVONO ESSERE NOTIFICATI COME BIOLOGICI.

  • Possono essere notificati in convenzionale soltanto gli allevamenti di equidi e le relative superfici, ai sensi dell’articolo 11 del Regolamento (CE) n. 834/2008 e dell’articolo 17 del Regolamento (CE) n. 889/2009. Tali allevamenti e superfici non sono ammissibili al premio.

Le superfici foraggere avvicendate e non, appartenenti ai raggruppamenti colturali individuati come Superficie Foraggera Aziendale (SFA) sono ammesse anche al premio aggiuntivo, a condizione che il carico di bestiame biologico aziendale su tali superfici sia almeno di 0,2 UBA/ha per tutto l’anno di impegno:

RAGGRUPPAMENTI COLTURE FORAGGERE (SFA)

Cereali autunno vernini e leguminose da granella
Mais e sorgo
Erbai e prati avvicendati , esclusi i prati-pascolo avvicendati
Pascoli, prati permanenti e prati pascolo avvicendati

  • Le colture ammissibili per ogni raggruppamento colturale sono definiti nell’Allegato 2 “Matrice prodotti-interventi”.
  • Concorrono al calcolo delle UBA solamente gli allevamenti di bovidi, gli ovini, i caprini, i suini e gli equidi notificati e allevati secondo il metodo biologico e registrati nella Banca Dati Nazionale dell’Anagrafe Zootecnica (BDN).

Il calcolo delle UBA deve essere effettuato sulla base degli indici di conversione delle categorie di animali riportati nella seguente tabella:

sardegna.4

 

IMPEGNI DI SOTTO MISURA

I beneficiari che ricevono l’aiuto per l’adesione alla sottomisura 11.2, assumono i seguenti impegni di sotto misura:

  • condurre tutta l’azienda (colture e allevamenti) conformemente al Regolamento (CE) n. 834/2007 e al Regolamento (CE) n. 889/2008, per tutto il periodo di impegno. Soltanto per gli allevamenti di equidi sono ammissibili le condizioni di cui all’articolo 11 del Regolamento (CE) n. 834/2007 e all’articolo 17 del Regolamento (CE) n. 889/2008.
  • mantenere l’assoggettamento per tutto il periodo d’impegno al regime di controllo e certificazione dell’agricoltura biologica secondo quanto stabilito dal regolamento (CE) n. 834/2007, dal Regolamento (CE) n. 889/2008, dalla relativa normativa nazionale di riferimento e dalla disciplina regionale, dimostrato dal documento giustificativo rilasciato dall’OdC , ai sensi dell’articolo 29, paragrafo 1 del Reg. (CE) n. 834/2007.


Gli ambiti degli impegni ai quali sono assoggettate le aziende agricole, disciplinati dal Regolamento (CE) n. 834/2007 e del Reg. (CE) n. 889/2008 e dalle relative norme applicative nazionali e regionali, sono di seguito sinteticamente elencati:

1. Sementi e materiale di propagazione (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
2. Avvicendamento colturale (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
3. Fertilizzazione (art. 12 del Reg. (CE) n. 834/2007)
4. Norme Produzione animale (Capo 2 del Reg. (CE) n. 889/2008)
5. Salute animale (sezione 4 del Reg. (CE) n. 889/2008)
6. Lotta contro i parassiti, le malattie e le erbe infestanti (art. 12 Reg. 834/2007 e art. 5 Reg. 889/2008)
7. Tenuta dei documenti contabili (art. 66 del Reg. (CE) n. 889/2008)
8. Tenuta del Registro delle produzioni vegetali (art. 72 del Reg. (CE) n. 889/2008)
9. Tenuta del Registro di stalla (art. 76 del Reg. (CE) n. 889/2008)
10. Adesione al sistema di controllo tramite SIB (obblighi amministrativi - art. 28 del Reg. (CE) n. 834/2007; articolo 9.2 DM 18354 del 27.11.2009; DM 11955 del 30.07.2010; DM 2049 del 1 febbraio 2012 e s.m.i.):

a. Notifica di inizio attività al metodo biologico
b. Notifica di variazione di attività biologica nel caso in cui si verificano le seguenti condizioni:
- aumento o diminuzione del numero di attività;
- aumento o diminuzione di superficie condotta;
- aumento o diminuzione UP zootecnia;

PERIODO DI IMPEGNO

Ai sensi dell’articolo 29 del Regolamento (UE) n. 1305/2013 la durata del periodo di impegno è stabilita in cinque anni.

  • Il periodo di impegno relativo all’adesione alla sottomisura 11.2 ha inizio il 15 maggio 2016 e termina il 14 maggio 2021.
  • I beneficiari dell’azione 214.1, che nell’annualità 2011 hanno assunto l’impegno agroambientale quinquennale, dal 17 giugno 2011 al 16 giugno 2016, possono presentare la domanda di sostegno per la misura 11.2 nel 2016.
  • In questi casi si verifica una parziale sovrapposizione di 33 giorni tra i periodi di impegno delle due misure, per cui, al fine di evitare una sovra-compensazione, il pagamento annuale della domanda 2016 della sottomisura 11.2 è decurtato in maniera proporzionata al periodo di sovrapposizione.

TIPO DI SOSTEGNO E IMPORTI DEI PREMI

IL SOSTEGNO È CONCESSO SOTTO FORMA DI PAGAMENTO ANNUALE PER ETTARO DI SUPERFICIE AMMISSIBILE.

Gli importi del premio distinti per raggruppamento colturale e per dimensione dell’azienda sono riportati sono riportati nella tabella seguente:

sardegna.5

sardegna.6

 

Per le aziende con allevamenti, al sostegno per ettaro di superficie foraggera aziendale (SFA) è sommato un premio aggiuntivo, variabile in funzione del carico di bestiame allevato secondo il metodo biologico sulla SFA, compreso tra 0,2 e 1,4 UBA/ha.

  • Per il calcolo del premio aggiuntivo, si prende in considerazione il minor valore tra la consistenza zootecnica dichiarata nella domanda e quella riscontrata nei controlli (amministrativi e in loco) relativi all’anno di impegno.
  • Se il carico è inferiore a 0,2 UBA/ha, la superficie non è ammissibile al premio aggiuntivo, ma solo al premio base a superficie; se il carico supera il valore di 1,4 UBA/ha, il premio aggiuntivo è abbattuto a tale massimale.
  • L’importo del premio totale è ottenuto sommando al premio base il premio aggiuntivo; a questo importo sono aggiunti i costi di transazione, abbattuti al massimale del 20% del premio complessivo per raggruppamento colturale SFA.
  • Il premio aggiuntivo è ottenuto moltiplicando il premio per 1 UBA, pari a 76 euro per il valore del rapporto UBA/ha di SFA (carico di bestiame), mentre i costi di transazione determinati per la misura 11 sono pari a 60 euro/ha/anno per i primi 10 ha e 24 euro/ha/anno per superfici maggiori di 10 ha.
  • Gli importi totali dei premi per le superfici SFA (premio base coltura più premio aggiuntivo più costi di transazione), variabili in funzione del carico di bestiame dal valore minimo di 0,2 al valore massimo di 1,4 UBA/ha, distinti per raggruppamento colturale e per dimensione dell’azienda, sono riportati nella tabella seguente:

 

sardegna.7

sardegna.8

 

SELEZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO

Non sono previsti criteri di selezione ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 2 del Regolamento (UE) n. 1305/2013, per cui non si procederà all’adozione di graduatorie.

DOMANDE

  • Il termine per la presentazione della domanda iniziale di sostegno/pagamento (rilascio sul portale SIAN) è il 16 maggio 2016.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Chiedi
Informazioni
Chiedi
Appuntamento
a Cagliari
Chiedi
Appuntamento
in altre città
Sei un
Professionista?
Collabora con noi


DESIDERI RICEVERE INFORMAZIONI PERSONALIZZATE?

SERVIZO.RICERCA.AGEVOLAZIONIFINANZIARIE 1

Scopri di più sui
servizi in abbonamento


VI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE IN ALTRE REGIONI?

VISITA IL NOSTRO SITO NAZIONALE:  www.italiacontributi.it

Logo italiaContributi.it


Chiedi Informazioni
Per richieste di appuntamento urgenti potete contattarci direttamente al 328 8080996 - 340 1593 207


Iscriviti alla
Newsletter


© Copyright - ITALIA CONTRIBUTI S.R.L.
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione.

Se vuoi ripubblicare questo articolo sul tuo blog o sito internet puoi farlo citando la fonte, inserendo la dicitura "Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web www.italiacontributi.it" e includendo un link attivo diretto alla pagina dell'articolo.


Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

FINANZIAMENTI FONDI PRIVATI ALLE IMPRESE

FINANZIAMENTI PRIVATI

CONTRATTO DI SVILUPPO IMPRESE AGROINDUSTRIALI

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

RESTO AL SUD

RESTO AL SUD INVITALIA

CONTRATTO DI SVILUPPO IMPRESE TURISTICHE

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

NUOVA SABATINI TER 2017-2018

NUOVA SABATINI 2017 2018

LAVORAS

sardegna lavoras contributi per assunzioni

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

contributi alle cooperative 2018

sardegna contributi cooperative 2018

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

PRESTITO PER SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

NO PROFIT IMPRESE SOCIALI, ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

CONTRATTO DI SVILUPPO IMPRESE TURISTICHE

CONTRATTI DI SVILUPPO TURISTICO

INVITALIA SMART & START

Finanziamenti a Tasso Zero
fino a 1.500.000
IN ARRIVO

SMART.E.START.250

Chiedi informazioni

 

NUOVI CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

SARDEGNA PSR TUTTI I BANDI APERTI

SARDEGNA SOSTEGNO PSR TUTTI I BANDI APERTI

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

SARDEGNA MUTUO PRIMA CASA

SARDEGNA PRIMA CASA

NUOVO PIANO PER LE IMPRESE

SARDEGNA NUOVO PIANO PER LE IMPRESE

FONDI EUROPEI PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

INVITALIA SELFIEMPLOYMENT

selfiempliement.Giovani.fino.29.anni

Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo

AIUTI PER PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

Sviluppo Cooperative

sviluppo cooperative in Sardegna

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

RICERCA E SVILUPPO

sardegna ricerca e sviluppo

Cooperative Sociali

Sardegna cooperative sociali di tipo b

CREDITO DI IMPOSTA 45%

credito di imposta sud 45

 

Iscriviti alla Newsletter gratuita

BIOMED

SARDEGNA BIOMED

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

PIANO SULCIS

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI

SERVIZI PER L'INNOVAZIONE

SARDEGNA.RICERCHE Servizi per lInnovazione nelle MPMI

Iscriviti alla Newsletter gratuita

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONII

RICHIEDI INFORMAZIONI

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

CERCA

SUPERAMMORTAMENTO 140%

super.ammortamento.140 2016

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOBANI IN AGRICOLTURA

NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI

finanziamenti a tasso zero

fino a 1.500.000

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA.250

Chiedi informazioni

 

Ismea: Subentro e Ampliamento in Agricoltura

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

 

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

Chiedi informazioni

 

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

BDM Finanziamenti Agevolati con garanzia MCC

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

ALTRE REGIONI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER LE ALTRE REGIONI?

logo italia contributi

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI

 

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Iscriviti alla Newsletter

CERCA

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE FEMMINILI